Ti trovi in:

Home » Territorio » Informazioni utili

Informazioni utili

di Lunedì, 04 Marzo 2013 - Ultima modifica: Martedì, 25 Febbraio 2014

Informazioni storiche

Immagine decorativa

Secondo la tradizione popolare, il paese sarebbe sorto in origine sul pianoro situato a monte della chiesa di san Giovanni.

La località dove sorge la chiesa è chiamata "Castel" e sul pianoro subito sopra, dove c'era il roccolo, la tradizione colloca il primitivo paese di Massimeno dove una frana o un incendio l'avrebbero poi distrutto.

E' probabile che l'area in questione sia stata sede di un castelliere (abitazione di primitivi) preistorico probabilmente fortificato in epoca medioevale come fanno sospettare i toponimi "Guardia" e "Torre", poi distrutto dai Carolingi. Ad accreditare queste teorie vi sono ritrovamenti di monete romane, resti di mura di cinta, sepolcri di epoca romana e ed uno scheletro con armatura ritrovato in località "la guardia".

Di interesse è la segnalazione della presenza nel 1200 del nobile ser Tyseo, notaio e signorotto d'alto lignaggio e potere la cui figlia , Stella andrà sposa a Raimondino Lodron signore del confinante possesso di Vercèo

Non sono note le origini del nome, appare comunque nel codice Clesiano del 1307 come "De Maximeno de Rendena".

Risale probabilmente all'anno 1400 l'erezione della chiesetta di S. Giovanni Battista situata poco distante dall'attuale abitato comunale. La chiesa adibita come luogo di culto per la piccola comunità era comunque alle dirette dipendenze della Pieve.

Non si hanno notizie certe sul periodo di permanenza di un eremita che durante questo periodo soggiornò a Massimeno, è invece provato che l'autorità ecclesiastica del tempo disapprovò il luogo come sede di eremitaggio perché la località ( di facile raggiungimento e normalmente frequentata da persone) non rispondeva ai canoni richiesti.

La chiesetta medioevale di San Giovanni Battista venne decorata nel 1534 da Simone Baschenis ,allora il maggiore tra i pittori della Rendena, che ne realizzò la facciata. Tra le figure spiccano S. Cristoforo, che veniva regolarmente rappresentato nei luoghi di culto durante quel periodo.

Come raggiungerci

Immagine decorativa

Il servizio anticendi è svolto in convenzione con il Comune di Giustino e viene garantito dal Corpo dei Vigili del Fuoco Volontari di Giustino-Massimeno.